Annunci di Lavoro

La Storia dei Collegi

Origine ed Evoluzione dei Collegi

A differenza di quanto si possa pensare, i collegi nascono in età medievale sottoforma di istituzione assai simile alle università in cui però gli studenti, sotto la guida di un maestro, si applicavano allo studio di una determinata disciplina. Il contatto tra alunni ed insegnante perdurava dunque al di fuori delle aule di studi e trovava il suo proseguo nell'educazione che ai giovani veniva impartita in ogni aspetto della vita quotidiana. Se volessimo fare una similiturdine, potremo dire che i rapporti tra studenti ed insegnanti erano assai simili a quelli estistenti, ad oggi, all'interno dei grandi campus americani o inglesi.

Questi tipi di conventi, tuttavia, rimangono forse tra i meno noti alle nostre orecchie: la moderna idea di "collegio", infatti, è maggiormente legata ai modelli che sorsero solo più avanti nel tempo e che coinvolgevano, invece, studi inferiori, dalla prima infanzia alle scuole superiori. Questi secondi tipi di conventi nacquero all'epoca della Controriforma per iniziativa dei religiosi, specialmente dei gesuiti, per accogliere ed istruire le giovani generazioni delle classi meno abbienti ; lo scopo era probabilmente quello di formare una classe media dotata di una buona istruzione e fedele alla morale della Chiesa cattolica.

Se i collegi nacquero come luoghi in cui i ragazzini appartenenti alle classi più povere venivano ospitati ed istruiti secondo la morale della chiesa e, soprattutto, mantenuti al sicuro dal corrotto mondo degli adulti, più avanti nel tempo, questi istituti divennero le sistemazioni preferite dai nobili e dai ricchi mercanti: queste famiglie, desiderose di allontanare i figli dalla corruzione morale del m ondo esterno e di potergli assicurare un'istruzione sempre più valida, preferirono infatti affidare i fanciulli alle cure dei religiosi, finanziandone cospicuamente l'opera.